Materie prime

la-cera

La Cera

Le candele sono fatte di cera? La risposta è “sì” ma anche “no”. Certo, le candele sono fatte di cera, ma cosa vuol dire cera? Spesso si risponde cera d’api, e questo è errato. Cera è una delle forme che prendono i materiali (come pasta, gel, solido, liquido).

La “cera” ha due caratteristiche fondamentali: deve avere un punto di fusione piuttosto basso ed essere relativamente malleabile a temperatura ambiente. Le candele sono tutte fatte di cere perché proprio queste caratteristiche fisiche fanno sì che le candele funzionino. Le cere possono essere vegetali (cera di palma, soia, stearine etc), animali (di api, stearine…), minerali (paraffine) e di sintesi (molto particolari e non usate per le candele). La maggior parte delle candele in commercio è fatta di paraffina o cere vegetali.

lo-stoppino

Lo Stoppino

Lo stoppino o lucignolo è l’anima della candela. E’ questo sottile filo di cotone che permette alla candela di bruciare nel modo giusto.

Prodotto con speciale cotone coltivato in Egitto, grazie a tecniche complesse viene trattato e tessuto in mille modi differenti perché ogni forma, ogni cera addirittura ogni colore ha bisogno del suo speciale lucignolo.
Resta sempre l’obiettivo di fare candele che brucino bene senza né fumo né colature.

citronella

Citronella

L’olio di citronella è uno degli oli essenziali che si ricava dalle foglie e dagli steli di alcune specie di Cymbopogon. E’ anche un noto repellente per insetti a base vegetale, ed è proprio per questo uso che è stato registrato negli Stati Uniti a partire dal 1948. La United States Environmental Protection Agency lo considera un bio-insetticida dotato di un meccanismo di azione sicuro e non tossico.

Per le nostre candele utilizziamo olio di citronella ottenuto da Cymbopogon winterianus Jowitt (tipologia Java), composto da citronellale (32-45%), geraniolo (11-13%), acetato di geranile (3-8%) e limonene (1-4%). L’alta concentrazione di geraniolo e citronellale rende questo olio essenziale particolarmente indicato per essere impiegato nella produzione delle candele. Queste sono infatti il migliore strumento per utilizzare la citronella, che si diffonde nell’aria attraverso lo scodellino di cera fusa che si forma nella candela. La temperatura della cera non raggiunge mai livelli troppo alti, per cui il principio attivo si diffonde in maniera uniforme e le sue proprietà non vengono alterate.

L’olio di citronella della specie Cymbopogonnon deve essere confuso con altri oli a base di limone come la Corymbia citriodora e il Pelargonium citrosum.

energia-pulita

Energia Pulita

Qualunque attività umana ha bisogno di energia e la produzione di candele non è da meno. Una delle nostre priorità è scegliere fonti di energia che abbiano il minor impatto ambientale.
Queste le nostre scelte:
– per il riscaldamento della cera usiamo il metano con un generatore di vapore;
– il bruciatore è gestito modulando la fiamma e quindi abbattendo i consumi;
– il calore di ritorno è riutilizzato con un recupero del 100% delle condense.
E’ inoltre in programma un ulteriore progetto di riutilizzo del calore di scarto per il riscaldamento di tutti gli uffici.
Tutte le auto aziendali sono a metano con impianto originale del costruttore.